Nasce l'esclusiva linea IDEALE
dedicata alla farmacia.

scopri di più
Ideale è
Benessere
Cloruro di potassio: può servire per ridurre l’assunzione di sodio?

Cloruro di potassio: può servire per ridurre l’assunzione di sodio?

Benessere

Ridurre la quantità di sodio assunto è una scelta salutare, ma come fare? Il cloruro di potassio è il sostituto ideale per insaporire rimanendo in salute.

 

Siamo nel pieno dell’estate, il caldo si fa sentire e dovremmo stare più attenti alla nostra salute. Non si tratta solo di rimanere sempre idratati e bere molta acqua, bisogna anche stare attenti al nostro equilibrio salino. Come è noto, il sodio, assunto in quantità eccessive, mette a rischio di sviluppo di ipertensione e altre patologie. Ridurre le quantità di questo elemento è quindi una scelta salutare, ma come fare? Ci viene in aiuto proprio uno dei minerali essenziali del nostro organismo – il potassio – che dobbiamo assicurarci di assumere nelle giuste quantità. Soprattutto d’estate!

Il cloruro di potassio, un’alternativa salutare

Questo elemento è utilizzato nell’industria alimentare come alternativa al comune sale da cucina, composto invece in larga maggioranza da cloruro di sodio. Il cloruro di potassio ha il vantaggio di conferire sapidità ai cibi senza aggiungere sodio alla dieta, favorendo la regolazione della pressione sanguigna: per tale motivo è considerato un’alternativa salutare al cloruro di sodio.

Un’osservazione condotta nel 2017 ha rivelato che, in Italia, solo il 4% degli uomini e il 2% delle donne assume sufficienti quantità di potassio, il quale in genere è assorbito da alimenti come frutta, verdura e legumi. Oltre a introdurre più di questi elementi nella nostra dieta possiamo usare condimenti che contengano cloruro di potassio per salare i nostri piatti: IDEALE grosso e fino contengono cloruro di potassio, dimezzando la quantità di sodio rispetto ai normali sali da cucina.

Benefici del potassio

Il potassio fa parte dei sette minerali essenziali e, nel nostro organismo, svolge un ruolo determinante nell’omeostasi cellulare, nel controllo dell’attività elettrica delle cellule e nella trasmissione degli impulsi. Inoltre contribuisce a mantenere in salute la struttura ossea e muscolare. La dose media consigliata è di 3,5 grammi al giorno, mentre in Italia, in media, ne consumiamo solo 2,5. Sostituire il potassio al sodio è importante, come anche introdurre nella propria dieta più cibi che lo contengano, come ad esempio patate, pomodori, legumi, banane e spinaci.

Esci dalla preistoria.

CONTATTACI PER RICEVERE MAGGIORI INFORMAZIONI.

Accetto la privacy policy.