Ideale è
Sport
Il sale nella vita di un runner, come gestire la fase di reintegro

Il sale nella vita di un runner, come gestire la fase di reintegro

Sport

Alla base della vita di un runner c’è senza dubbio una dieta corretta ed equilibrata. L’assunzione di alcuni alimenti in quantità maggiore, per reintegrare quello che l’organismo ha bruciato durante gli allenamenti, può portare a degli squilibri o, nei casi più gravi, a veri e propri malesseri.

Il problema dei sali minerali
Il runner, durante lo sforzo, oltre a bruciare grassi, espelle, attraverso la sudorazione, una considerevole quantità di liquidi e sali minerali. E’ stato stabilito che un runner in un’ora può arrivare a perdere circa 3g di sodio. Se pensiamo che il fabbisogno medio di sodio in una persona, è circa 2g al giorno, capiamo quanto è importante un corretto reintegro per regolare i livelli dei liquidi nell’organismo.

Assumere troppo sale
Abbiamo visto come la fase di reintegro sia importante quasi quanto l’allenamento, ma bisogna fare attenzione a non esagerare.
Dieci grammi di sale comune contengono circa 4 grammi di sodio: se per ristabilire i livelli esageriamo con l’assunzione di sale e quindi di sodio, il nostro organismo espelle l’acqua dalle cellule e dal sangue per ripristinare la salinità, di conseguenza aumenta la sensazione di sete che può portare a gonfiori e ritenzione idrica.

Una soluzione rivoluzionaria
Per assumere comunque le giuste dosi di sodio, la soluzione è Ideale. Questo prodotto, in particolare nel rivoluzionario formato spray, facilita l’assunzione ed un dosaggio misurato.

Grazie ad Ideale, l’assunzione di sodio per il reintegro nelle quantità corrette, non sarà più un problema. Neanche per i runner che soffrono di eccessiva sudorazione o per chi svolge attività agonistica ed intensa.

Esci dalla preistoria.

CONTATTACI PER RICEVERE MAGGIORI INFORMAZIONI.

Accetto la privacy policy.