Ideale è
Per le Mamme
Ipertensione: quando il sale è troppo anche i bambini rischiano

Ipertensione: quando il sale è troppo anche i bambini rischiano

Per le Mamme

Dai dati delle statistiche dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), negli ultimi anni è emerso che la causa maggiore di mortalità e di spesa sanitaria è correlata a patologie cardiovascolari. Questo tipo di disturbi, ed in particolare l’ipertensione arteriosa, colpisce più del 20% della popolazione mondiale: per scongiurarne l’insorgenza, l’OMS consiglia di assumere massimo 5g di sale al giorno, equivalente ad un apporto di sodio di circa 2g.

Ipertensione negli adulti e nei bambini

In Italia circa 3 italiani su 10 soffrono di un’eccessiva pressione arteriosa. Una volta diagnosticata la patologia, oltre a ricorrere alla medicina, il primo passo è ridurre l’apporto di sale (e quindi di sodio) nell’organismo: di conseguenza si va a modificare principalmente le proprie abitudini alimentari.
Nei bambini il problema non è minore, è solo meno conosciuto. Il rapporto di adolescenti ipertesi infatti non è di tanto inferiore a quello degli adulti. Complice la vita sedentaria e la sensibile diminuzione dell’attività fisica nei soggetti in età adolescenziale, un adolescente su quattro presenta problemi di ipertensione.

La soluzione

Grazie ad Ideale i soggetti ipertesi non saranno costretti a stravolgere le proprie abitudini alimentari. Per la ridotta presenza di sodio rispetto al sale comune, Ideale è fortemente indicato per le diete iposodiche. Esso infatti presenta solo 2g di sodio in 10g di sale, contro i 4g di sodio nella medesima quantità di sale comune, addirittura solo 1g di sodio nella versione liquida e spray.

Esci dalla preistoria.

CONTATTACI PER RICEVERE MAGGIORI INFORMAZIONI.

Accetto la privacy policy.