Nasce l'esclusiva linea IDEALE
dedicata alla farmacia.

scopri di più
Ideale è
Salute
Proteggere gli organi diminuendo l’assunzione di sodio

Proteggere gli organi diminuendo l’assunzione di sodio

Salute

Il sodio è indispensabile per la salute, ma in dosi eccessive ha degli effetti negativi che possono colpire diversi organi. Scopriamo quali.

L’assunzione di sodio nella dieta quotidiana dovrebbe limitarsi alle quantità indicate dall’OMS: 2 grammi al giorno (contenuti in 5 grammi di normale sale da cucina) che dovrebbero comprendere sia il sale aggiunto che quello già presente all’interno degli alimenti. Il sodio è responsabile di una corretta omeostasi e per un ottimale equilibrio dei fluidi, ma se consumato in eccesso ha degli effetti negativi sulla salute che possono colpire diversi organi.

Non solo ipertensione: quali sono gli organi a rischio

Secondo l’Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN)

“Ogni giorno l’adulto italiano assume con l’alimentazione in media circa 10 g di sale (corrispondenti a circa 4 g di sodio), un valore di quasi dieci volte superiore a quello fisiologicamente necessario.”

L’eccesso di sodio può causare ipertensione, ma non è l’unico problema legato all’abuso di questa sostanza. Infatti il sodio può influire negativamente su diversi organi, detti organi-bersaglio.

  • ARTERIE: una dieta troppo ricca di sodio può aumentare la rigidità arteriosa. La perdita di elasticità nei vasi sanguigni rende meno efficiente il trasporto dell’ossigeno ai tessuti, mettendo a rischio di sviluppare patologie cardiache, ictus e ischemia.
  • CUORE: uno studio ha dimostrato che il sodio alimentare influisce sull’inspessimento della parete ventricolare sinistra. Limitare l’assunzione di sodio aiuta a ridurre l’ipertrofia ventricolare sinistra e a prevenire l’insorgenza di scompensi cardiaci, aritmie e altri problemi cardiaci anche gravi.
  • RENI: un’eccessiva assunzione di sodio sembra colpire anche i reni, riducendone la funzionalità e aumentando il rischio di sviluppare malattie renali croniche.
  • CERVELLO: se si eccede in modo costante con il sodio anche un organo fondamentale come il cervello è a rischio: la causa è da rintracciare nella sensibilizzazione dei neuroni simpatici e dell’aumento della risposta simpatica a tutta una serie di stimoli che può danneggiare anche altri organi.

Proteggere gli organi riducendo il sodio alimentare

Ridurre l’assunzione di sodio è un passo importante per il miglioramento della propria salute generale. Per questo motivo IDEALE ha sviluppato un’intera gamma di prodotti che permettono di condire le pietanze riducendo significativamente le dosi di sodio assunte rispetto all’uso di un normale sale da cucina.

Esci dalla preistoria.

CONTATTACI PER RICEVERE MAGGIORI INFORMAZIONI.

Accetto la privacy policy.