Ideale è
Per le Mamme
Sale nella dieta dei bambini: le regole da seguire per limitarne l’uso

Sale nella dieta dei bambini: le regole da seguire per limitarne l’uso

Per le Mamme

Il sodio, contenuto nel sale, è un elemento che deve essere assunto con moderazione dagli adulti e soprattutto dai bambini. Nonostante questo, spesso nel mondo occidentale le persone abusano di sale, arrivando a consumare un maggiore quantitativo di sodio rispetto a quello consigliato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, che è di appena 2 g al giorno per persona.

Nei bambini occorre un ulteriore controllo nella dose di sale da assumere nella dieta. Come prima cosa, la regola generale è quella di non aggiungere in alcun modo sale alle pappe fino al compimento del primo anno di età. Successivamente, l’aggiunta di sale andrebbe evitata e limitata comunque il più possibile.

Un controllo nei livelli di sodio assunti giornalmente da parte dei giovanissimi può fare in modo di evitare la predisposizione a problematiche come ipertensione e obesità. Evitare di usare un’eccessiva dose di sale nelle prime pappe, inoltre fa in modo che i bambini non si abituino a sapori troppo forti che potrebbero poi far trovare loro poco gradevoli alimenti dal gusto più delicato.

Spesso molti genitori pensano che aggiungere molto sale nei piatti dei propri figli possa fare in modo di rendere il cibo più appetibile, ma questo atteggiamento può essere fortemente deleterio. Esistono diverse strategie per sostituire il sale e limitare quindi l’assunzione di sodio.

Come prima cosa si possono utilizzare delle sostituzioni al sale, come ad esempio spezie o erbe aromatiche per insaporire le pappe dei vostri bambini e renderle più gradevoli. E per aggiungere la corretta sapidità ma il 75% di sodio in meno, è meglio preferire al sale comune i prodotti della gamma IDEALE.

Esci dalla preistoria.

CONTATTACI PER RICEVERE MAGGIORI INFORMAZIONI.

Accetto la privacy policy.