Ideale è
Benessere
Sodio e gonfiore gastrointestinale: esiste un legame

Sodio e gonfiore gastrointestinale: esiste un legame

Benessere

Sodio e gonfiore gastrointestinale possono essere correlati. Ecco cos’hanno scoperto i medici durante una recente ricerca.

 

Tra i vari effetti negativi del troppo sale sulla salute c’è anche il gonfiore gastrointestinale. Ecco cosa hanno scoperto i ricercatori.

Sodio e gonfiore gastrointestinale

Gli studiosi della scuola di salute pubblica Johns Hopkins Bloomberg hanno condotto una ricerca che ha messo in correlazione l’assunzione eccessiva di sodio e uno dei disturbi più comuni tra la popolazione: il gonfiore gastrointestinale. I risultati hanno messo in rilievo che una riduzione del sodio può combattere questo fastidio. Il gonfiore è causato da un accumulo di gas nel tratto gastrointestinale, i cui responsabili sono dei batteri che hanno il compito di disgregare le fibre assunte con il cibo. Cosa ha quindi a che fare con il sodio?

Ruolo del sodio in una dieta ad alto contenuto di fibre

La ricerca è stata svolta comparando i risultati di un gruppo di persone che seguiva una dieta DASH, povera di sodio ma ad alto contenuto di fibre (con pochi grassi ma ricca di frutta, verdura, noci ecc.) a persone che seguivano un altro tipo di dieta con contenuti di sodio più alti. In questo modo hanno scoperto che, nelle diete più ricche sodio, aumenta del 27% il rischio di avvertire gonfiore gastrointestinale rispetto alle diete povere di sodio. Le implicazioni di questo studio sono quindi le seguenti:

  • Il sodio può essere un fattore di stimolo del gonfiore gastrointestinali.
  • Una dieta povera di sodio può aiutare a prevenire questo disturbo, anche quando si segue una dieta ad alto contenuto di fibre.

Perché il sodio gonfia?

L’ipotesi fatta dai medici è che il legame tra assunzione di sodio e gonfiore intestinale possa essere legato alla ritenzione idrica: infatti il sodio potrebbe alterare il microbioma intestinale, modificando la produzione di solfuro da parte dei batteri.

Per ridurre il sodio nella tua dieta e seguire un’alimentazione più sana puoi provare IDEALE, il condimento iposodico che riduce il sodio dal 50% al 75% rispetto a un normale sale da cucina.

Esci dalla preistoria.

CONTATTACI PER RICEVERE MAGGIORI INFORMAZIONI.

Accetto la privacy policy.